FIVI:1300 produttori, un unico mercato dove assaggiare i tesori dei vignaioli indipendenti


Eventi, Piacenza / sabato, Novembre 30th, 2019

Quest’anno, come da tradizione, si è tenuto a Piacenza il Mercato dei Vini dei Vignaioli indipendenti e noi, da buoni piacentini e amanti del vino, non potevamo non partecipare! Prima di tutto due informazioni..

Sapere cosa è il FIVI?

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti nasce nel 2008 e conta oggi 1200 produttori associati, 11.000 ettari di vigneto e 95 milioni di bottiglie commercializzate.

Cosa contraddistigue un vignaiolo FIVI?

Il vignaiolo FIVI è colui che coltiva e imbottiglia il proprio vino occupandosi personalmente del suo prodotto, ma soprattutto rinuncia all’acquisto di uva o vino, se non per estreme esigenze di vinificazione.    Il Risultato? Ogni vino diventa un racconto ancora più autentico e veritiero di una famiglia di vignaioli, e di tutte le condizioni che hanno portato alla sua produzione.

Abbiamo visitato la fiera per due giorni dedicandoci il primo giorno alle bollicine e ai vini bianchi fermi e il secondo ai vini rossi e ai dolci/liquorosi, non ci addentriamo nei vini degustati perché l’elenco sarebbe senza fine, vi diamo però alcuni consigli per chi il prossimo anno vorrà partecipare al mercato del vino.

  • Se avete la possibilità di visitare la fiera in più giorni, è possibile acquistare un biglietto per più date, in questo modo, come abbiamo fatto noi, potrete concentrarvi di volta in volta su tipologie diverse;
  • Se avete un solo giorno e volete passare in FIVI tutta la giornata potrete pranzare nel Padiglione 2 dove troverete ricchi taglieri di salumi e formaggi piacentini, ma anche primi e secondi piatti provenienti da tutta italia; noi abbiamo optato per un panino gourmet polpo e patate! 
  • Strumento indispensabile? All’entrata trovate una piccola brochure con una cartina della fiera e con una suddivisione in regione delle cantine presenti, segnatevi prima di iniziare le cantine che non volete perdervi, in questo modo sarà più facile e veloce;
  • Nel caso vogliate acquistare – e ve lo consigliamo! – è possibile noleggiare sia un carrello che un piccolo trolley, comodissimi per chi coglie l’occasione per arricchire la sua cantina di vini provenienti da tutta italia (e non solo);

Una chicca da non perdere? Le degustazione organizzate durante il mercato, nelle quali è possibile assaggiare vini eccezionali, scoprendo zone lontane da noi o poco conosciute, quest’anno sono state presentate 5 degustazioni:

  • LE DOC siciliane, tour enologico dell’Isola;
  • L’importanza della terra,verticale di Tenuta di Valgiano;
  • En Faoda al montagne, vitigni e vini delle falde dell’altro Piemonte;
  • Le Puglie e i suoi vitigni;
  • La malvasia passita dei colli Piacentini, degustazione a cui abbiamo partecipato e che abbiamo trovato molto interessante perché ci ha permesso di degustare vini che partivano dal 2016 fino ad arrivare al 2008!

Sicuramente è una fiera che consigliamo tantissimo e che si contraddistingue dalle altre per la voglia di raccontarsi. Ogni stand non presenta solo un vino con determinate caratteristiche, ma un vignaiolo con tutta la sua passione e la sua storia. Chiedere, fare domande, confrontarsi con i vignaioli è sicuramente il valore aggiunto di questo mercato!

Per noi è stata una piacevole occasione per ritrovare cantine a cui siamo ormai affezionati, incontrare altri wine lovers, per ora conosciuti solo sui social, e conoscere tante nuovissime realtà che non vediamo l’ora di visitare personalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *